Ultima modifica: 25 luglio 2014

Lungo la strada con te

PartenariatoChi?

Alla fine del 2011, di intesa con la Commissione Europea, il Governo Italiano ha avviato l’azione per accelerare l’attuazione dei programmi cofinanziati dai fondi strutturali 2007-2013, sulla base di quanto stabilito dalla Delibera CIPE 1/2011 e concordato nel Comitato Nazionale del Quadro Strategico Nazionale da tutte le Regioni, dalle Amministrazioni centrali interessate e dal partnerariato economico e sociale. Allo scopo di consolidare e completare questo percorso, è stato predisposto il Piano di Azione Coesione. Con la Circolare MIUR-Prot.n. AOODGAI/11666 DEL 31.07.2012(Programmazione dei Fondi Strutturali 2007/2013 – Avviso per la “Realizzazione di prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti” – finanziato con il FSE. Anni scolastici 2012/2013 e 2013/2014 – Attuazione dei Programmi Operativi FSE Regioni Ob. Convergenza – Piano Azione Coesione) si è dato attuazione alla Azione 3 prevista nel Piano di Azione Coesione finalizzata alla prevenzione e al contrasto dell’abbandono scolastico e del fallimento formativo precoce. Crescere in coesioneL’azione 3 del Piano Azione Coesione intende offrire alle Istituzioni scolastiche ed educative delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza uno strumento attraverso il quale concorrere al raggiungimento del terzo obiettivo strategico dell’Europa dell’Istruzione per il 2020 (Education and Training – ET2020): “Promuovere l’equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva”, costruendo prototipi di politiche innovative del tipo “educazione prioritaria” in zone di forte esclusione sociale. L’azione è specificamente rivolta, infatti, a contrastare i fenomeni di fallimento formativo precoce in aree di esclusione sociale e culturale. Con la circolare MIUR prot. n. AOODGAI-3486 del 25/03/2013, la nostra scuola I.I.S.S. “L.Einaudi – R. Grieco”,in qualità di istituto capofila, ha ricevuto comunicazione di autorizzazione all’avvio delle attività del Piano Integrato finanziate con FSE relative al PON F3 “Lungo la strada con te” aa.ss 2012/13 e 2013/14. Partners del progetto  PON F3 “Lungo la strada con te” sono: C.D “San Pio X, I.C “Parisi – De Sanctis”, SMS “D. Alighieri”,Provincia di Foggia, Comune di Foggia, Legambiente Onlus, Legambiente “Circolo Gaia”, Associazione Crescere Onlus, ARCI, Cooperativa Sociale Scurpiddu, AS.SO.RI Onlus.

ManifestinoF3Cosa?

Il PON F3 “Lungo la strada con te” è un insieme di interventi differenziati e complementari rivolti a studenti, alle loro famiglie, al personale docente e, più in generale, al Sistema dell’Istruzione, finalizzati:

  • a rendere la scuola più capace di curare la relazione educativa insieme all’apprendimento;
  • a innovare le metodologie e l’azione didattica, fornendole gli strumenti per divenire un luogo aperto e aggregante, dove i saperi possono costruirsi in spazi collaborativi, flessibili e dinamici, anche attraverso percorsi pensati per assicurare, consolidare e valorizzare l’apprendimento in tutti i contesti, formali, informali e non formali.

Il traguardo prioritario del presente progetto riguarda la diminuzione della dispersione scolastica e la promozione del successo formativo, documentabili attraverso portfolii anche costruiti in modo multimediale e bilanci di competenze costruite durante i percorsi puntualmente indicati. Si tratta perciò di un approccio fortemente improntato a metodologie partecipative e ad azioni pensate per coinvolgere in prima persona ciascun bambino/ragazzo e costruite insieme agli alunni interessati

 Come?

La progettazione e la realizzazione delle azioni messe in campo sarà effettuata secondo modalità operative volte a:

  • costruire e rafforzare regie di micro-area e/o di quartiere e reti di scuole e tra scuole e altre agenzie educative, in un logica di sinergia e integrazione con i diversi attori presenti nei singoli territori, a loro volta coordinati;
  • valorizzare esperienze educative e formative – che, in particolare, sono state provate con successo per il contrasto e la prevenzione del fallimento formativo precoce – mirate al reinserimento nel sistema scolastico dei giovani che hanno abbandonato gli studi e/o che sono a rischio di abbandono o al loro orientamento/ri-orientamento professionale;
  • costruire e valorizzare patti educativi tra scuola e famiglie, coinvolgendo anche gli altri attori educativi del territorio al fine di mantenere i bambini e ragazzi entro un sistema di “sponda adulta competente”;
  • promuovere azioni co-progettate e co-attuate e metodologie condivise nonché regolari e costanti momenti di riflessione sulle pratiche comuni tra docenti, educatori e promotori di sviluppo locale;
  • creare, entro ciascuna micro-area, un sistema condiviso di auto-valutazione centrato sull’obiettivo prioritario del contrasto della dispersione scolastica e del fallimento formativo in modo da rafforzare un sistema locale di accountability riferito alle azioni e ai risultati documentabili;
  • raccogliere per ciascun ragazzo coinvolto una documentazione condivisa e in fieri utilizzando strumenti interattivi dal conclamato valore pedagogico quali il bilancio di competenze e/o il libretto personale di competenze alfabetiche e di cittadinanza e/o il portfolio individuale-testimone del percorso intrapreso, utilizzando e/o rielaborando anche modelli predisposti entro le linee-guida che seguiranno al presente bando;
  • creare nuovi ambienti e opportunità di apprendimento per ragazzi e ragazze, giovani e adulti, utilizzando le infrastrutture scolastiche e della rete in modo fortemente coinvolgente e partecipativo;
  • favorire la diffusione e disseminazione di ogni buona pratica, anche con produzioni multimediali a basso investimento (new media, radio autogestite, video, mostre, uso di public space ecc.) e con l’ausilio delle reti di informazione locale, oltre che con regolari seminari di confronto e occasioni di riflessione on line.

 Risultati attesi

  • Riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica;
  • attivazione di tutte le energie formative ed educative presenti nel territorio;
  • creare reti di scuole e attori del territorio che agiscano in misura sinergica e integrata nel contrastare i fattori alla base del fallimento formativo;
  • accrescere il successo scolastico;
  • offrire una seconda opportunità ai soggetti usciti precocemente dai percorsi di istruzione e formazione;
  • realizzazione di prototipi di azioni educative prolungate, dalla scuola del primo ciclo fino all’avvio al lavoro, in aree di esclusione sociale e culturale particolarmente grave, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi